Retrocamera

La videocamera posteriore, per l’assistenza alle manovre, si attiva in automatico quando viene innestata la retromarcia. Più precisamente, si attiva tutto il sistema di visione automatico previsto con il Park&Go Pack e, innestando la marcia in avanti, si attiverà la telecamera anteriore. Questa modalità permette anche di mostrare, nel riquadro laterale, la visione in pianta dell’area ricostruita dal software che combina la visione delle 2 telecamere.

La visione automatica può anche essere modificata manualmente, ad esempio passando alla visione a 180° (utile in uscita da vialetti o tunnel in cui non si ha buona visuale laterale)

Inoltre il sistema di visione può anche essere attivato manualmente con la modalità “Assistenza al parcheggio”, per tutti quei casi in cui si ha necessità di monitorare ciò che circonda la vettura come, ad esempio, per avvicinarsi a muretti bassi, fare manovre in garage, avvicinarsi ad ostacoli non percepibili dai sensori, ecc.

In sintesi, l’attivazione del sistema è automatica con la retromarcia o manuale tramite il menù. Una volta avviato il sistema attiva automaticamente la videocamera in funzione della direzione di marcia con la possibilità di intervenire manualmente, impostando il tipo di visione desiderato.

Advanced Park Assist

Per riprodurre l’immagine completa a 360° di ciò che avviene attorno al veicolo, il sistema di Advanced Park Assist sfrutta solo ed unicamente le due videocamere anteriore e posteriore.

La totalità di visione è ottenuta tramite il software di visione che si occupa di interpolare il flusso video in arrivo dalle 2 videocamere.

Si segnala inoltre che l’assistente al parcheggio solitamente necessita di un oggetto fisico che funga dariferimento visivo per poter calcolare correttamente gli spazi di manovra: per quanto possa sembrare bizzarro, per il sistema è più agevole gestire la manovra di parcheggio in uno spazio vuoto in mezzo a 2 vetture (riferimento visivo) che non in un’intera area di parcheggio vuota.

Park&Go e retrocamera

Esaurita la vena delle vetture promozionali, quindi dotate di allestimenti dettati da politiche di marketing finalizzate al lancio iniziale, tra Gennaio e Febbraio Opel ha stabilizzato il set di optional disponibili su quelli che sono attualmente gli allestimenti per la Grandland X: Advance, Innovation ed Ultimate.

In tal senso, ha suscitato un enorme scalpore negativo nella comunità dei neo-acquirenti, la decisione di eliminare il Park&Go Pack dagli optional richiedibili, per renderlo disponibile solo nella versione Ultimate. La decisione ha indignato non poco l’utenza vistasi privata di un optional tra i più richiesti e considerato dai più un must per una vettura di questa categoria.

Inutile precisare che tale optional non può essere richiesto neanche a pagamento a meno di acquistare una versione Ultimate.

Connettività USB

La Grandland X fornisce di serie la connessione USB verso il sistema di Infotainment.
Gli allestimenti Innovation e Ultimate sono dotati di doppia porta USB, una posta anteriormente e l’altra nella zona posteriore rispetto al tunnel centrale, mentre l’allestimento Advance ha solo la porta anteriore.

Entrambe le porte sono abilitate alla ricarica di dispositivi USB (smartphone, tablet, ecc.) ed entrambe supportano il collegamento con un dispositivo di memorizzazione tipo chiavette USB, per l’ascolto della musica; queste devono essere formattate FAT32.

Solo la porta anteriore però è predisposta per l’interfacciamento con i sistemi Apple Carplay e AndroidAuto.